Seleziona una pagina

Cosa ci impedisce di raggiungere gli obiettivi

Pubblicato da Carolina
Pubblicato il 25 Feb, 2021
Bellezza

Quante volte ci siamo prefissate degli obiettivi per poi ritrovarci dopo poco tempo con la motivazione sotto i piedi ?

Spesso e volentieri tutto questo accade perché non sappiamo distinguere le nostre priorità e ci perdiamo lungo il percorso, oppure siamo troppo iper critiche con noi stesse e finiamo con il prefissarci obiettivi difficili da raggiungere o che comunque non sono perseguibili su lungo tempo.

Ma allora qual è il segreto del successo?

Andiamo per punti e ti spiegherò dove sbagli :

PUNTO PRIMO : La routine

Per raggiungere un obiettivo non basta solo desiderarlo, occorre ristabilire le proprie priorità e capire quale routine è più adatta a noi.
Inizia semplicemente stilando una lista delle cose che ti fanno stare bene o che possono aiutarti a raggiungere il famigerato traguardo e una lista delle cose nocive, quelle in cui “ti perdi” o che comunque ti portano a perdere il focus.

Ristabilire le priorità e perseguire con il tempo è fondamentale.
Ti faccio un esempio banale : se l’obiettivo è liberarmi una volta per tutte dei chili di troppo, non basterà mangiare bene tre volte la settimana, devo mantenere una dieta equilibrata SEMPRE o comunque una buona parte del tempo.

La gente non vuole sentirsi dire la verità e preferisce le scorciatoie, la strada più facile per schivare impegno e la costanza ma ahimè tutto ciò che risulta troppo facile da risultati mediocri.

Una volta che trovi il modo di incanalare le buone abitudini nel quotidiano hai vinto.
Si tratta solamente di trovare il TUO modo e le TUE abitudini, perché ricorda : conta ciò che fai nel quotidiano, quello che ripeti giorno dopo giorno, sono le piccole cose ripetute nel tempo a fare veramente la differenza.

Questo principio lo si può adattare non solo nel fitness ma anche nel mondo del lavoro, nello studio e nel sociale.

Studiare ogni giorno, prefissarsi un numero di pagine/capitoli/slide terrà la mente allenata e farà diventare lo studio un momento fisso nel corso della giornata.
Diverso sarebbe ridursi a dieci giorni dall’esame con troppe nozioni da studiare che in così poco tempo non solo di porteranno ad un notevole livello di stress, ma soprattutto non memorizzerai quasi nulla e sarà solo tempo perso.

 

La routine, il ripetersi delle azioni, renderà un’abitudine quotidiana la migliore strategia per raggiungere i tuoi obiettivi; è proprio nel momento in cui vuoi mollare che sei ad un passo dal traguardo!

 

PUNTO SECONDO : Ricordati perché hai cominciato

Se hai un’agenda (se non ce l’hai ti consiglio di procurartene una quanto prima) inizia a tenere monitorati i tuoi progressi quotidiani/settimanali e dedica cinque minuti ogni sera per prendere nota sulle piccole/grandi cose che ti hanno fatto stare bene, ciò a cui sei grata.

Non devono essere cose incredibilmente gloriose, (ricordati della semplicità e della potenza irrefrenabile delle abitudini!) possono essere davvero degli avvenimenti che magari dai per scontato ma ti fanno stare automaticamente bene e grata alla vita.

Ti faccio un esempio del mio resoconto giornaliero :

Oggi c’era il sole e ho sfruttato la bella giornata per uscire a camminare con il mio cane, l’aria era fresca e sono stata benissimo, a fine giornata mi sono resa conto di aver raggiunto il mio obiettivo di 10 mila passi
Ho chiamato la mia amica Silvia, mi mancava tanto e ci siamo raccontate un sacco di cose!
Ho provato una nuova ricetta ed è uscita benissimo, presto la condividerò sul mio blog
Sono stata a trovare mia nonna in pausa pranzo, amo la mia famiglia e spendere tempo con i miei cari
Anche oggi ho portato a termine tutte le consulenze con le mie clienti!
Ho scritto due articoli interessanti per il mio blog

 

Cosa emerge da queste annotazioni?

Che devo sfruttare le belle giornate quanto possibile per fare attività cardio all’aperto, fa bene al mio umore e soprattutto alla salute;
Che le amicizie vanno coltivate nonostante la lontananza e anche solo una telefonata può cambiarmi la giornata
Che cucinare mi fa stare bene, provare cibi nuovi è ottimo modo modo per variare la dieta ma può essere anche un’occasione di condivisione
Basta poco per far stare bene gli altri, il nostro tempo è prezioso, regalare anche solo qualche minuto può cambiare la giornata di un nostro caro e ricordargli di quanto è speciale per noi
Portare a termine i miei impegni lavorativi mi fa stare bene e da un senso alla mia giornata

A fine mese, leggendo tutte le annotazioni, ti renderai conto del perché fai queste cose, cosa ti fa stare bene e cosa no; è un modo per registrare dati sul tuo percorso e ricordarti sempre perché lo hai iniziato.

La gratitudine è un sentimento positivo ed è bene accoglierlo, è il migliore carburante per tenere alta la nostra motivazione e coinvolgere chi ci circonda a fare lo stesso.

 

PUNTO TERZO : Hai tu il controllo

Nessuno ti sta dicendo che sarà facile, ci saranno giorni al top ma anche giorni no in cui non hai voglia di fare nulla o ti sentirai scoraggiata…
La vita è fatta di alti e bassi, sei tu però a scegliere se agire da vittima o da vincente.
Ho la capacità di scegliere, tu hai la capacità di scegliere, ognuno di noi possiede questa capacità e ognuno di noi può decidere che peso dare a determinati avvenimenti e quale impatto questi ultimi hanno nella nostra vita.

Sono le parole degli altri a farci stare male o siamo noi a dargli troppo peso (alle parole e/o alle persone) ?
Se ho preso un brutto voto mi butto a terra o imparo la lezione e faccio di tutto per recuperarlo dando il massimo?

Abbiamo la capacità di rialzarci più forti di prima, prendendo i fallimenti come lezioni di vita preziose e le delusioni come la prova di ciò che conta per davvero.

I nostri pensieri, le nostre azioni, partono da noi, dalle nostre scelte.
Non puoi permettere che un voto, un giudizio, un giorno in cui ti vedi male allo specchio, abbiano la meglio su di te!

Carolina